Matteo Salvini attacca il governo: “manovra presentata da incapaci di intendere e di volere”

0
327

Una conferenza stampa a Montecitorio dai toni molto accesi quella fatta da Matteo Salvini a Montecitorio.

Il leader della Lega è andato giù pesante sul governo attaccandolo sulla manovra: “I nostri parlamentari stanno facendo un enorme sforzo per migliorare una manovra economica presentata da incapaci di intendere e di volere, nel migliore dei casi. Non ho capito se il governo ci è o ci fa. Stanno mettendo d’accordo tutti sulle proteste, dai vigili del fuoco ai pensionati. Sono dilettanti allo sbaraglio pericolosi”.

Oggi si riunirà il Consiglio dei Ministri e Matteo Salvini si auspica che il governo prenda seri provvedimenti su Venezia e Matera città duramente colpite dal maltempo.

Matteo Salvini ha precisato che la Lega cercherà di aiutare subito gli abitanti di Venezia: “un emendamento che prevede 100 milioni di euro per mettere subito in esercizio il Mose in modo che non rimanga sommerso sotto il livello dell’acqua”.

Sulla proposta di Giorgietti di fare tutti insieme una legge elettorale Matteo Salvini ha detto: “Se le cose si fanno bene io mi siedo al tavolo con tutti, anche con Belzebù. Ma se propongono questo pateracchio proporzionale… A me interessa il maggioritario: chi vince alle elezioni deve poter governare per 5 anni, senza dover andare a fare le spese al grande magazzino. Poi c’è anche il referendum, sperando che non ci tolgano pure questo”.

Poi ha parlato dell’ex Ilva: “Al di là del dramma per operai e fornitori, quello dell’Ilva è un segnale devastante a livello mondiale perché dimostra che l’Italia non è un paese serio dove investire”. E non riguarda soltanto Mittal, ma “migliaia di imprese straniere che sono pronte a investire in Italia e invece ora stanno tornando indietro, perché dicono questo non è un paese serio. Non è una questione di scudo ma di mantenere gli impegni presi”.