Bambino in vacanza su un isolotto da mangiare con le mani ad uno squalo, lo squalo gli addenta in braccio

0
418

Un bambino di nove anni di Setè, che è un comune francese del dipartimento dell’Hérault nella regione dell’Occitania, era andato in vacanza ad Tahiti insieme ai suoi genitori.

La famiglia era in vacanza esattamente a Moore.

Una mattina tutti insieme si erano recati a visitare un isolotto dal nome lagoonarium la cui caratteristica è quella di essere un posto pieno di tantissimi pesci.

Il bambino, forse non riconoscendo tra questi pesci anche uno squalo gli ha dato da mangiare con le mani e lo squalo gli ha addentato, in attimo, il braccio.

Lo squalo quando gli ha addentato il braccio gli ha inferto un morso molto profondo senza, per fortuna, staccargli l’arto.

Il bambino è stato tirato fuori dall’acqua immediatamente, portato con urgenza all’ospedale di Moorea e, successivamente a Papeete.

Qui è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed è rimasto ricoverato diversi giorni.

Il bambino è figlio di persone molto conosciute a Sète, in Francia, infatti il papà di Tiago, Guillaume Ortis, è colui che ha ​​creato la palla da tennis dell’FC Sète 34 ed è l’allenatore della squadra francese.