Italia

Uomo è in coma da dieci anni ma il Fisco lo multa perché non paga le tasse

Un uomo è in coma da 10 anni e il fisco lo ha multato perchè non ha comunicato la chiusura della partita iva.

Per questo gli ha inoltrato la richiesta di pagamento per euro 172 che gli ha intimato di pagare entro 30 giorni.

Chi si occupa attualmente degli interessi dell’uomo in coma non sapeva che c’era una partita iva da chiudere e certamente non ha potuto chiedere alcuna spiegazione all’uomo che si trova in coma irreversibile.

Chi si occupa della situazione patrimoniale dell’uomo in coma ha spiegato così: ”Dal 2008 sono amministratore di sostegno di M.A. che, da prima della mia nomina risulta essere ospite dell’istituto Salvi dal maggio dell’anno precedente. Cosa facesse prima non mi è stato riferito, essendo questo ininfluente sul mio operato successivo”.

E poi prosegue il racconto spiegando che è arrivata una raccomandata ” … Quando mi sono recato a ritirarla, ho scoperto che gli veniva intimato di pagare entro 30 giorni 172 euro per non aver mai dichiarato la cessazione della sua attività, ovvero la chiusura della partita Iva”.