Bari & Dintorni

Per non fare tagliere alle elementari le classi iscrivono 15 pecore

Una decisione che non è proprio piaciuta quella di un sindaco di un piccolo paesino in Francia. Il Primo cittadino di Crêts-en-Belledonne, nella regione di Alvernia-Rodano a pochi chilometri dall’Italia , aveva deciso di tagliare il numero delle classi elementari.

I genitori, una volta saputa la volontà del primo cittadino hanno iniziato a protestare anche animatamente.

I genitori erano molto preoccupati dal fatto che si potessero ridurre le ore di studi dei loro piccoli. La riduzione delle ore di studio avrebbe potuto provocare un abbassamento del livello qualitativo dell’istruzione stessa dei piccoli.

Così i genitori hanno deciso di far aumentare gli iscritti a scuola presentandosi all’entrata dell’istituto con un gregge di pecore e pretendendo che il preside procedesse a iscriverle tutte al solo scopo di non ridurre il numero delle ore di insegnamento.

Alla fine i genitori e il sindaco hanno raggiunto un compromesso. Non sono state iscritte tutte le 50 pecore ma solo 15 in modo che il numero degli iscritti restava invariato e che i bambini studiassero per un numero di ore uguali a quelle dell’anno scolastico precedente.

I Bambini si sono detti molto felici di poter avere come compagni di classe amici a quattro zampe.