Bari & Dintorni

A una giornalista le vietano di condurre il tg perché ha una croce al collo

La decisione irrevocabile è di quelle che non ti aspetteresti.

Una giornalista di nome Kristin Saellmann è stata esonerata dal condurre il telegiornale da parte dell’emittente Nrk, perché colpevole di indossare un crocefisso come ciondolo di una collana.

Pare che il simbolo religioso indossato dalla giornalista non fosse gradito a molti telespettatori che avevano contestato l’imparzialità del canale televisivo.

In particolare le proteste più accese erano pervenute dalla comunità islamica di Oslo che si ritenevano offesi dall’ostentazione del simbolo di cristianità rappresentato dalla croce e dunque per garantire la neutralità e l’imparzialità, si è deciso di mettere in stand by la giornalista, quantomeno alla lettura del notiziario del telegiornale.

L’opinione della donna ascoltata sulla vicenda è stata piuttosto razionale: ella infatti ha spiegato che indossa quella collana poiché è il ricordo di un dono fattole dal marito, e non certo perché rappresenta un simbolo religioso; del resto va di moda indossare una croce e in giro ve ne sono di ogni tipo.

Nulla però può cambiare la decisione dell’emittente televisiva che prevede per una sorta di regolamento interno non scritto che chi appare in televisione debba essere in ogni modo neutrale nell’aspetto bandendo ogni simbolo riconducibile alla religione.