breaking-news, Italia

Sel lascia anche Alessandro Zan alla Camera verso nuovo gruppo con dissidenti M5S

Sel-alla-resa-dei-conti-anche-Alessandro-Zan-via-dal-partito

Sembra che sia arrivata nel partito di Sinistra Ecologia e Libertà la resa dei conti.

Oramai è chiaro che una parte del partito contesta la decisione di essere all’opposizione a prescindere dai provvedimenti del governo e sia più del parere di avvicinarsi senza però troppo accostarsi al Partito Democratico.

Gli altri componenti del movimento sembrano vogliano condividere la politica del governatore della Puglia Nichi Vendola.

Dopo l’uscita di ben cinque deputati che hanno seguito le decisioni di Gennaro Migliore, oggi sono arrivate le dichiarazioni di Alessandro Zan che suonano come un grido d’’allarme verso un partito spaccato al suo interno.

L’Onorevole Alessandro Zan ha espressamente dichiaro che ha già preso la sua decisione che discuterà domani assemblea provinciale con gli uomini del suo territorio e lunedì si riunirà il gruppo parlamentare dove il cofondatore del movimento Sinistra Ecologia e Libertà comunicherà la sua dolorosa decisione di uscire dal partito

Anche il deputato di Sel, Alessandro Zan, verso le dimissioni dal partito dopo la spaccatura che si è consumata mercoledì scorso sul voto al dl Irpef e le successive fuoriuscite da Sel.

Il deputato veneto Alessandro Zan si unirà quindi di fatto da lunedì agli altri illustri fuori usciti quali Claudio Fava, l’ex capogruppo alla Camera del Sel Gennaro Migliore Titti Di Salvo, Ileana Piazzo, Ferdinando Aiello  e Michele Ragosta.

I sette oramai ex Sinistra Ecologia Libertà non confluiranno nel Partito Democratico ma molto probabilmente con i dissidenti del Movimento Cinque Stelle creeranno un nuovo gruppo alla Camera che darà l’appoggio se riterrà opportuno farlo, esaminando le varie proposte, all’esecutivo Renzi.