Italia

Salvini a Napoli su un possibile Conte Ter “Meglio Topolino, prima si va a votare meglio è”

Salvini è stato accolto a Napoli da tantissima gente. Il teatro Augusto era pieno di gente e subito il leader della Lega ha voluto mettere l’accento sui decreti sicurezza che il Pd e Italia Viva con l’aiuto del Premier Conte vorrebbero abrogare.

Salvini ha tuono dal palco del teatro Augusto che “Chi vuole cancellare i decreti Sicurezza è un nemico dell’Italia e degli italiani”.

Il leader della Lega ha spiegato perché abrogare i due decreti sicurezza sarebbe un obbrobrio “Nei decreti Sicurezza ci sono i soldi per i vigili urbani, per le telecamere, per arrestare i camorristi. Chi parla di modificare o cancellare i decreti sicurezza non li ha neanche letti”.

Sulla possibilità di un Conte ter Salvini ha ironizzato “Meglio Topolino”.

Matteo Salvini ha voluto precisare il suo punto di vista sull’attuale situazione politica: “Prima si va a votare e meglio è. Se dialogo con Italia Viva per andare a votare? Io dialogo anche con Conte perché in questi mesi non si è fatto nulla, litigano su tutto, è frustrante. E’ difficile anche fare opposizione”.

Poi le dure parole su Conte: “Conte era orgoglioso dei decreti.  Io ricordo che il signor Conte era accanto a me in conferenza stampa esibendo orgoglioso il cartello ‘Decreto Sicurezza’. Io non ho cambiato idea, capisco chi solo qualche mese fa ha approvato un decreto ora lo vorrebbe smontare. Io le capriole di Conte non le faccio. Quei decreti li abbiamo scritti e votati insieme”.