Italia

Capitano Ultimo, l’uomo che arrestò Totò Rina, è il nuovo assessore all’ambiente della regione Calabria

Una bella notizia per i calabresi. La governatrice appena eletta del centrodestra, Jole Santelli ha presentato in una conferenza stampa a Montecitorio il nuovo assessore all’ambiente della regione.

Si tratta dell’ufficiale Sergio De Caprio, noto a tutti come Capitano Ultimo l’uomo che con la sua determinazione mise a segno un arresto che sarà ricordato per sempre, quello di Totò Riina, il capo dei capi della mafia siciliana.

L’ufficiale De Caprio, durante la conferenza stampa ha detto che: “Il mio obiettivo è tutelare l’autodeterminazione delle comunità calabresi senza l’interferenza delle mafie di ogni tipo”

Capitano Ultimo diventerà assessore appena avrà l’aspettativa dall’arma dei Carabinieri.  Sergio De Caprio è stato comandante del Ros di Palermo e poi ufficiale del nucleo operativo ecologico dell’arma.

Sergio De Caprio ha precisato che  “Il mio obiettivo è tutelare l’autodeterminazione delle comunità calabresi senza l’interferenza delle mafie di ogni tipo”.

Il volto di Capitano Ultimo era coperto e l’ufficiale era guardato a vista dagli uomini della sua scorta. Sergio De Caprio ha anche detto che: “Ringrazio il presidente della Regione che mi dà il privilegio di servire il popolo calabrese e lo farò con la forza e l’amore che ho nel cuore”.

Il nuovo presidente della regione, Joe Santelli si è detta felice di avere nella giunta una persona come Sergio De Caprio e ha aggiunto che  “Nelle città siamo in piena crisi rifiuti, c’è un enorme problema di depurazione e delle bonifiche, pensiamo all’Eni a Crotone. Ma allo stesso tempo siamo l’unica regione con tre parchi nazionali, con un enorme patrimonio boschivo e naturalistico”.