Italia

Matteo Salvini attacca Conte e Di Maio “Al governo chi è incapace abbia l’onestà di farsi da parte”

Il leader della Lega Matteo Salvini ritiene che l’emergenza Coronavirus sia stata gestita in maniera sbagliata e approssimata sia dal premier Conte che dal Ministro degli Esteri, Di Maio.

Durante una diretta Facebook il leader della Lega ha voluto precisare che: “Avremo buona memoria, ma ora servirebbe un governo, un premier, un ministro degli Esteri con le palle che sappia difendere l’interesse italiano”.

Matteo Salvini ha anche detto che secondo lui questa emergenza servirà a Conte per restare ancora più attaccato alla poltrona: “Qualcuno userà questa emergenza per restare più attaccato alla poltrona, sentivo e leggevo dotte analisi su Corriere e La7 che dicono che occorre andare avanti, ma qua rischiamo di perdere 150mila posti di lavoro. È il momento del coraggio e della responsabilità. L’Italia non è il casino che state vedendo al governo”.

Il segretario del Carroccio ha spiegato i motivi per i quali ha lanciato l’idea del governo di unità nazionale: “Come Lega, potremmo assistere allo scempio di un governo evanescente e far finta di nulla. No, io vivo in questo Paese, faccio proposte. Ma non perché sogno l’inciucio con il Pd e Renzi. Gli inciuci li lascio ad altri. Ma ritengo di avere il diritto di fare di tutto di mandare a casa il signor Conte il prima possibile perchè ritengo che non sia all’altezza”.

Poi l’affondo a Conte e Di Maio: 2Chi è incapace al governo abbia l’onestà di farsi da parte. E lasciamo che questo Paese sia governato da qualcuno con idee, cuore e coraggio”.