Italia

Coronavirus, l’epidemiologo Walter Ricciardi dell’Oms “I tempi dell’emergenza, le prossime due settimane saranno decisive per l’Italia”

I contagi salgono a più di 1600. La regione in assoluto più colpita è la Lombardia con quasi mille casi e 31 decessi.

Da segnalare nella giornata di ieri il primo caso di Coronavirus a Bari. In Puglia le persone contagiate sono salite a cinque, una a Foggia, una a Bari e tre in provincia di Taranto.

Sull’epidemia del Coronavirus che tanto sta preoccupando l’Italia è intervenuto l’epidemiologo Walter Ricciardi, consigliere dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Il Professore Walter Riccardi ha risposto ad alcune domande sulla durata del contagio in Italia. L’epidemiologo ha detto che: “I tempi dell’emergenza dipendono dalle precauzioni che saranno prese, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Le misure tese a limitare i contatti tra persone “qui devono proseguire per un’altra settimana almeno”.

Secondo quanto riferito dal Professor Walter Riccardi bisogna attendere altre due settimane per capire lo sviluppo del Coronavirus in Italia: “le restrizioni generano ansia, ma è la cosa più giusta da fare. Le prossime due settimane saranno decisive per capire come evolve la situazione italiana. Intanto ho parlato con i rettori di varie università, che si stanno attrezzando per l’insegnamento via internet”.

L’epidemiologo ha spiegato il perché in Italia si è diffuso così tanto il Coronavirus rispetto a Germania e Francia: “Da noi sono affollati i reparti di terapia intensiva, mentre in Francia e Germania ancora no, perché abbiamo avuto quello che in termini tecnici si definisce uno spargimento ospedaliero. I casi tedeschi sono stati circoscritti a una comunità. Da noi sfortunatamente una persona malata si è recata in ospedale e il virus si è propagato agli altri pazienti, ai visitatori, ai medici”.