Italia

Coronavirus in Italia, Salvini “Prima viene l’Italia, non possiamo chiedere il permesso all’Europa per spendere i soldi nostri”

Il numero dei contagi non si ferma in Italia, come anche il numero di morti. Il governo ha deciso di chiudere le scuole già da oggi fino al 15 marzo.

Si pensa che fino a quella data ci possa essere una flessione del numero di contagiati in Italia. In questa situazione molto delicata, Salvini in una diretta Facebook apre a una collaborazione al Governo ma chiude definitivamente con l’Europa:  “Gli insulti e i litigi del passato mettiamoli in freezer perche’ prima viene l’Italia, poi torneremo a dividerci e a discutere rimarcando errori e ritardi. Ma in questo momento, prima viene il diritto alla salute, alla vita e al lavoro”.

Matteo Salvini poi attacca l’unione Europea: “Il fatto che il presidente del Consiglio Conte in diretta televisiva debba chiedere all’Europa il permesso di spendere per gli italiani i soldi degli italiani dovrebbe farci capire che questa costruzione non funziona. In un momento eccezionale sono richiesti interventi eccezionali. Qualcosa non funziona a livello europeo. L’Italia non deve chiedere soldi in prestito, ma avere la possibilita’ dispendere i soldi degli italiani per gli italiani. Non e’ possibile chiedere all’Europa il permesso di aiutare gli italiani con i soldi degli italiani».