Italia

Bimbo di due anni soffoca per una mozzarella, salvato da un angelo infermiere collegato al cellulare

Un bambino di due anni ha rischiato di morire ma è stato salvato da un eroico intervento a distanza di un infermiere.

Il bimbo stava soffocando mentre stava mangiando una mozzarella. I genitori hanno avuto la freddezza di chiamare i soccorsi e si sono collegati a un infermiere, che grazie a un video, ha spiegato come effettuare la manovra di Heimlich.

Il bimbo, subito dopo la manovra, ha ripreso a respirare. L’evento è avvenuto a Bologna il giorno del 23 dicembre.

L’infermiere si chiama Daniele Celin di 41 anni che lavora presso l’ospedale Maggiore di Bologna. I due genitori del piccolo si chiamano Stefania e Michele.

L’infermiere ha così spiegato l’intervento a distanza:  “Serviva un massaggio cardiaco così ho iniziato a dare alla signora le prime indicazioni ma senza però poter vedere i loro movimenti e tutto era molto più difficile”.

L’infermiere ha così deciso di usare un’applicazione che si chiama “FlaMii” che viene usata dagli ospedali pubblici in Emilia-Romagna e in Piemonte e consente di spiegare con un video l’intervento di primo soccorso da effettuare.

L’infermiere ha anche detto che: “Il tutto è durato una ventina di minuti in attesa dell’arrivo dell’ambulanza e dell’automedica. Senza quella videochiamata? Diciamo che vi sarebbero state poche possibilità di salvezza per il piccolo”.