breaking-news, Italia

Emilio Fede rivelazioni choc su presunti rapporti Dell’Utri e Berlusconi con mafia

Emilio-Fede-rivelazioni-choc-su-presunti-rapporti-Dell’Utri-e-Berlusconi-con-mafia

Emilio Fede torna alla ribalta con una intercettazione che sicuramente farà parlare molto l’opinione pubblica è scatenerà una serie infinita di polemiche.

Il noto giornalista direttore per tanti anni del telegiornale Tg4 ed amico di vecchia data sia del padron di mediaset nonché leader di Forza Italia Silvio Berlusconi  e anche di Marcello Dell’Utri ora in carcere per scontare una pena definiva per concorso esterno in associazione mafiosa durante una chiacchierata avvenuta due anni fa con il suo personal trailer ha fatto delle dichiarazioni clamorose.

Questa conversazione è stata integralmente registrata è consegnata nelle mani di alcuni magistrati di Monza che ora la stanno attentamente valutando.

Parla degli intrecci tra Berlusconi, Dell’Utri e Mangano che apparteneva ad una famiglia mafiosa che era l’ex stalliere del cavaliere.

Ecco alcuni punti salienti della conversazione con Emilio fede che dice al suo personal trailer le seguenti parole riportate integralmente da “Repubblica”:  “C’è stato un momento in cui c’era timore … Che loro hanno messo Mangano  attraverso Marcello . La vera storia della vicenda Berlusconi …mafia, mafia …soldi, mafia, soldi…Berlusconi. Sì, sì  Dell’Utri era praticamente quello che investiva… Chi può parlare? Solo Dell’Utri. Mangano era in carcere. Mi ricordo che Berlusconi arrivando hai fatto?…sì sì..gli ho inviato un messaggio..gli ho detto a Mangano: sempre pronto per prendere un caffè. Era un messaggio per rassicurare lui su certe cose che non so..E devo dire che questo Mangano è stato un eroe. E’ morto per non parlare”.

Poi Emilio Fede dice che Dell’Utri ha aperto ben 70 conti in banche estere.

Ora la registrazione è attentamente analizzata dai pm di Monza che molto probabilmente vorranno sentire Emilio Fede su queste dichiarazione già nei prossimi giorni.

Il giornalista però subito dopo che le sue conversazioni sono diventate di dominio pubblico ha provveduto tramite l’Ansa a rilasciare il seguente comunicato:  “E’ tutto falso, l’ho già detto ai magistrati e ho denunciato quel truffatore per calunnia e minacce gravi. Lui ha manipolato le mie dichiarazioni“.