breaking-news, Italia

Lega Nord, Salvini smentisce litigio con Bossi è annuncia querele

Lega-Nord-Salvini-smentisce-litigio-con-Bossi-è-annuncia-querele

Si sgonfia il caso in casa Lega Nord del presunto litigio tra l’attuale segretario Matteo Salvini e il fondatore del movimento il “senatur” Umberto Bossi.

Le voci di una probabile rottura tra i due politici era stata resa nota dalla Repubblica per un mancato riconoscimento della Lega Nord di un vitalizio pari a 900 mila euro ad Umberto Bossi.

Tutto nasce da un vitalizio riconosciuto a Umberto Bossi dalla Lega di circa di 900 mila euro all’anno per  permettere al “Senatur” di poter mantenere la sua segreteria politica e poter pagare le visite mediche.

Inoltre la Lega ha ricevuto un sequestro cautelare  di quasi 6 milioni di euro dall’avvocato di Umberto Bossi, Matteo Brigandì, per il pagamento dei suoi onorari per la difesa del Senatur dal 2000 al 2013.

Matteo Salvini sembra che avesse intenzione di costituire la Lega come parte civile nel processo penale che avrà inizio il prossimo 10 ottobre che vedrà imputati Umberto Bossi e i suoi figli accusati di aver probabilmente sottratto delle somme dai conti correnti del partito.

Visto che la situazione stava diventando molto delicata sull’argomento è intervenuto il nuovo tesoriere Stefano Stefani che ha cercato di mediare tra le due posizioni e sembra che vi sia stato trovato un accordo sottoscritto da Matteo Salvini e Umberto Bossi per riconoscere la metà del vitalizio annuo pari a circa 400 mila euro a patto che la Lega non si costituisca parte civile nel processo penale a carico del Senatur e dei figli che avrà inizio il prossimo ottobre.

Matteo Salvini dopo che era divampato il caso ha cercato di calmare le acque smentendo tutto e postando su Facebook un duro attacco al giornale “Repubblica” che aveva pubblicato l’articolo sulla presunta lite con Bossi.

La nota su socila network di Salvini è la seguente: “Alcuni giornali scrivono di ‘litigi interni alla Lega, in una parola, scrivono CAZ…!… Abbiamo querelato più volte La Repubblica, quereleremo ancora”.

Anche l’avvocato di Bossi smentisce qualsiasi tipo di litigio con la lega ed in particolare con il nuovo segretario Matteo Salvini: “Non ci interessa certo inseguire Repubblica su questo terreno, per noi, le critiche da muovere alla Lega sono altre”.