Grande gesto di Ultimo, va a cantare nella casa di Chiara, ragazzina che può muovere solo gli occhi, i genitori “Ha realizzato il suo sogno”

Chiara di Lumezzane ha incontrato il suo cantante preferito Ultimo grazie a Make a Wish.

Un incontro indimenticabile per Chiara

Per Chiara, una ragazzina di Lumezzane in provincia di Brescia, ieri è stato un pomeriggio speciale. Costretta sulla sedia a rotelle a causa di una grave patologia, Chiara può muovere solo i suoi grandi occhi azzurri. Grazie all’Associazione “Make a Wish”, uno dei suoi sogni è diventato realtà: ha incontrato il suo cantante preferito, Ultimo, nome d’arte di Niccolò Moriconi, direttamente a casa sua. Ultimo ha cantato per Chiara il suo brano preferito, “Piccola stella”, regalando alla giovane fan un momento di pura gioia e emozione.

La gioia della famiglia di Chiara

“Un momento che non dimenticheremo mai”, hanno detto la mamma e la sorella di Chiara, Luana e Claudia. “La musica di Ultimo è quella che accompagna le giornate di Chiara, in ogni momento in sottofondo c’è sempre lui”. La mamma ha raccontato al Giornale di Brescia come, nonostante la disabilità di Chiara le permetta di muovere solo gli occhi, questi si sono illuminati nel giorno dell’incontro. “Ultimo, con il suo sorriso dolcissimo, ha pronunciato il nome di Chiara e lei ha spalancato gli occhi. Quando lui le si è avvicinato cantandole ‘Piccola stella’, lei lo seguiva con lo sguardo, in estasi: è bastato guardare i suoi occhi e il suo viso per capire che era al settimo cielo”, ha raccontato la sorella. “Si è approcciato alla nostra ‘stella’ con la musica, mentre toccava dolcemente la mano a Chiara che ha percepito tanto amore mentre a noi ha scaldato l’anima”.

Ultimo e l’invito al concerto

Ultimo è noto per la sua sensibilità e il suo impegno verso i fan, soprattutto quelli con disabilità. Non è la prima volta che lui e il suo team organizzano incontri simili. L’incontro con Chiara non ha portato solo emozione, ma anche un invito speciale: Ultimo ha invitato tutta la famiglia di Chiara a un suo concerto. “Già mi immagino Chiara al suo primo concerto. Grazie per il meraviglioso sogno che avete fatto vivere a mia figlia”, ha concluso la mamma di Chiara. Questo gesto ha reso ancora più significativo il pomeriggio per Chiara e la sua famiglia, regalando loro un’esperienza indimenticabile.