Strepitoso Marcell Jacobs a Turku, vince i 100 metri con un tempo sublime 9″92

Marcell Jacobs trionfa nei 100 metri ai Paavo Nurmi Games di Turku con prestazioni eccezionali

Vittorie e Record per gli Azzurri

Marcell Jacobs ha conquistato il titolo nei 100 metri ai Paavo Nurmi Games di Turku, in Finlandia, un meeting Gold del Continental Tour. Dopo quasi due anni, è riuscito a scendere sotto i 10 secondi già in batteria, con un tempo di 9″99, per poi migliorarsi ulteriormente in finale con una straordinaria accelerazione che gli ha permesso di chiudere in 9″92. Questa prestazione lo ha portato a superare un sorprendente Chituru Ali, che ha registrato un personale di 9″96, diventando il secondo italiano di sempre sulla distanza, davanti a Filippo Tortu.

Qualificazione per le Olimpiadi di Parigi

Per entrambi gli atleti azzurri, Jacobs e Ali, queste prestazioni hanno garantito il minimo diretto per le Olimpiadi di Parigi, fissato in 10 secondi. Sebbene non ci fossero grandi problemi di qualificazione grazie al loro ranking mondiale, Jacobs ora vanta il quinto miglior tempo stagionale, mentre Ali si posiziona al tredicesimo posto. Questa situazione fa ben sperare per una possibile finale olimpica con due italiani, un evento storico per il movimento nazionale.

Le Dichiarazioni dei Protagonisti

Marcell Jacobs ha espresso grande soddisfazione per le sue prestazioni: “Sono veramente contento per le due gare di oggi, due volte sotto i 10 secondi. Era quello che avevo pronosticato insieme a coach Rana Reider. Passo dopo passo, gara dopo gara, poteva arrivare un’ottima conferma per il lavoro che stiamo facendo. Sono contentissimo per me, ma allo stesso tempo contentissimo per Chituru Ali che ha fatto veramente un’ottima gara: io mi sento un po’ il suo fratello maggiore, abbiamo fatto una gara incredibile. Questo è solo l’inizio di una grande stagione che culminerà con le Olimpiadi di Parigi”.

Anche Chituru Ali ha condiviso il suo entusiasmo: “Incredibile, incredibile, oggi la sentivo ‘giusta’, era tutto perfetto, condizioni al top, io ‘a bomba’. Quando è uscito 9″96 non ci potevo credere, Marcell mi urlava ‘hai visto cosa hai fatto?’, mi tirava l’acqua addosso, io aspettavo il vento per avere la conferma ma ero sicuro che fosse buono. È stato clamoroso. Sono più che soddisfatto, peccato perché mi sono un po’ irrigidito sul finale, sicuramente perché stavo spingendo, e per le tante gare che ho fatto in questa prima parte di stagione. Sono mancate un po’ di frequenze negli ultimi metri, ma in partenza c’ero, ero con tutti gli altri, dopo la batteria mi ero detto che dovevo restare con i migliori all’uscita dai blocchi. Così è stato. Mancano ancora tanti piccoli dettagli da migliorare ma a Parigi andremo in crescendo e si potrà correre ancora più forte. Quando conta ho sempre fatto il personale quest’anno, ai Giochi spero di farlo ancora”.

Questa giornata ai Paavo Nurmi Games ha rappresentato un grande successo per l’atletica italiana, con Jacobs e Ali pronti a continuare la loro stagione in crescendo in vista delle Olimpiadi di Parigi.