breaking-news, Gossip & Spettacolo, Italia

Big Eyes la storia della più grande frode dell’arte

Big-Eyes-la-storia-della-più-grande-frode-dell-arte

Da  oggi nei migliori cinema italiani si potrà ammirare l’ultimo film diretto da Tim Burton, “Big Eyes”.

La pellicola narra la storia di uno dei più celebri imbrogli avvenuti nel campo dell’arte, quello ad opera di Walter Keane, interpretato nel film dal Christoph Waltz.

Walter Keane divenne famosissimo in tutto il mondo agli inizi degli anni  ’60 per alcuni quadri che ritraevano dei bambini con degli occhi grandissimi.

I quadri divennero un vero cult dell’epoca e la valutazione dei dipinti di  Walter Keane arrivò a cifre incredibili.

In seguito si scoprì che i quadri non erano stati dipinti da Walter Keane ma dalla moglie Amy Adams.


Walter Keane aveva convinto la compagna che la firma di un uomo in calce ai quadri rendeva i dipinti più prestigiosi e più vendibili agli appassionati di arte.

Amy Adams, moglie di Walter Keane, in un primo momento fu complice del marito poi decise di ribellarsi.

La coppia divorziò e inizio una lunga diatriba giuridica per il riconoscimento dell’autore dei quadri che ritraevano bambini dagli occhi grandissimi.

L’infinita causa per il riconoscimento di chi fosse il reale autore dei quadri di enorme successo terminò nel 1986 con il riconoscimento, come vero autore dei quadri,  di Amy Adams .

Walter Keane fu condannato a risarcire la moglie con ben 4 milioni di dollari, una cifra record per gli anni ottanta.

Walter Keane non era un grande pittore ma, in compenso, aveva la capacità di vendere qualsiasi cosa.

Il film è stato girato in tre nazioni, negli Stati Uniti d’America, in Canada e nel Regno Unito.

La pellicola di Tim Burton è già uscita da qualche settimana negli Stati Uniti d’America riscuotendo un enorme successo.

Tim Burton è stato il regista di film di grande successo quali “Batman”, “Edward mani di forbice” e “Big Fish – Le storie di una vita incredibile”.