breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Il cambiamento climatico provocherà danni irreparabili in Australia

Il-cambiamento-climatico-provocherà-danni-irreparabili-in-Australia

Il nuovissimo continente avrà un aumento delle temperature medie annue di oltre 5 gradi dal 2090 in poi.

Questo è lo sconcertante risultato degli studi dei ricercatori del CSIRO e del Bureau of Meteorology.

Gli studiosi hanno appurato che la nazione che risentirà maggiormente dei mutamenti climatici della Terra sarà l’Australia, paese nel quale le temperature avranno, alla fine di questo secolo, un’impennata paurosa di 5,1 gradi.

Gli scienziati dei prestigiosi centri studi, che hanno studiato il cambiamento climatico, ritengono che se non ci sarà una netta variazione di tendenza del comportamento dell’uomo in Australia, che sarà la nazione più colpita dal riscaldamento globale, le temperature ogni anno inesorabilmente aumenteranno.

I ricercatori che hanno condotto gli studi hanno anche rivelato che le variazioni delle temperature determineranno gravi danni all’ecosistema marino australiano.


Kevin Hennessy, uno degli studiosi che ha partecipato agli studi sui cambiamenti climatici, ha così commentato il risultato della ricerca: “L’Australia si riscalderà più velocemente rispetto al resto del mondo”

L’Australia è la nazione che ha la più grande barriera corallina del mondo, infatti ospita oltre 1.500 specie di pesci.

Il cambiamento climatico che sta pian piano avvenendo determinerà un aumento graduale ma significativo del PH del mare che circonda l’Australia.

L’aumento del PH determinerà la sparizione di tante specie di pesci ,già ora a rischio di estinzione e provocherà danni incalcolabili alla barriera corallina.

Gli scienziati ritengono che in Australia pioverà meno ma le rare precipitazioni saranno violentissime.

I ricercatori hanno anche svelato, che per le alte temperature, aumenteranno il numero degli incendi.

Un cambiamento climatico, quello che attende l’Australia, drammatico.

Se in questi anni i governi dei grandi paesi industrializzati non prenderanno seri provvedimenti sull’immissione di anidride carboniche nell’aria, prima l’Australia poi l’intero pianeta andrà incontro a problemi molto seri e a danni irreparabili a carico dell’intero ecosistema.