breaking-news, Italia

Roma, auto sulla folla arrestati i due rom, non rispondono al pm

Roma-auto-sulla-folla-arrestati-i-due-rom-non-rispondono-al-pm

Sono stati fermati a Roma i due rom che hanno investito ed ucciso con un’auto pirata una donna filippina, Corazon Abordo.

I ragazzi erano molto impauriti e sono stati ritrovati in una campagna non coltivata nelle vicinanze del campo nomadi della Monachina.
I due ragazzi sono fratelli e hanno rispettivamente diciannove anni e diciassette anni.
A ritrovarli è stata la madre; in seguito i due ragazzi autori dell’incidente hanno deciso di non continuare la loro fuga e di consegnarsi alle forze dell’ordine.

I poliziotti che hanno arrestato i ragazzi rom hanno riferito che i due hanno a lungo pianto ed erano molto impauriti.

I due sono stati ascoltati dal magistrato e poi il ragazzo maggiorenne è stato rinchiuso in carcere, mentre il minorenne è stato trasferito in un centro di prima accoglienza.

La notizia del fermo dei due ragazzi che hanno ucciso la donna filippina Corazon Abordo è stata diffusa nelle prime ore di ieri mattina e poi confermata dal ministro degli interni Angelino Alfano.

Nel pomeriggio in una concitata conferenza stampa il capo della squadra mobile di Roma, Luigi Silipo, ha confermato l’arresto dei due ragazzi ed ha detto che i due ragazzi rom durane l’interrogatorio si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.

Al campo rom dove vive ancora la famiglia dei due ragazzi arrestati in molti chiedono clemenza.

La sorella dei due ragazzi ha dichiarato che, se i suoi fratelli hanno sbagliato, è giusto che paghino.

Duro il commento del sindaco di Roma, Ignazio Marino che ha dichiarato che il comune  ha intenzione di costituirsi parte civile al processo.