Loading...

Urbino, Sgarbi contro il sindaco rimuovi l’albero di Natale o mi dimetto

0
230
Urbino-Sgarbi-contro-il-sindaco-rimuovi-l-albero-di-Natale-o-mi-dimetto

Urbino-Sgarbi-contro-il-sindaco-rimuovi-l-albero-di-Natale-o-mi-dimetto

Vittorio Sgarbi è uno dei critici d’arte più famosi in Italia, da tempo impegnato politicamente.

Il critico d’arte, che è nato sessantatré anni fa a Ferrara, attualmente è assessore alla Rivoluzione, Cultura e Agricoltura del Comune di Urbino.

Vittorio Sgarbi come assessore del comune non ha apprezzato la decisione del primo cittadino della città marchigiana di installare un albero di Natale molto particolare.

L’albero di Natale in questione è di metallo ha una forma piramidale ed una base ottagonale ed è stato posto dal sindaco nella piazza principale della città che conta più di 15mila abitanti.

Vittorio Sgarbi, tramite la sua pagina ufficiale di Facebook, ha definito l’albero di Natale “l’inutile bruttura immorale” ed ha minacciato le sue dimissioni da assessore se il sindaco non elimini la struttura di metallo posizionata al centro della Piazza della città di Urbino.

La piazza dove è stato installato l’albero di Natale si chiama Piazza della Repubblica.

Il critico d’arte ha dichiarato che la struttura di metallo posizionata al centro della piazza è “albero di Natale, che albero non è”.

Vittorio Sgarbi ha aggiunto che “disprezzo e nessuna comprensione. Il Natale non può essere un pretesto per rendere più brutta la città. Una città, durante le feste natalizie, può essere più luminosa, più colorata, più magica, non più brutta. L’albero ha bassorilievi inutili, lastre artistiche che artistiche non sono. E il Comune ha pagato dei soldi per tutto questo. Inoltre, con quale diritto si è deciso di coprire un’architettura preesistente come la fontana?”.

Ma a Sgarbi non è piaciuta anche l’installazione di una tenda a Piazzetta delle Erbe che assomiglia molto a quella di un circo.

Vittorio Sgarbi ha così criticato il tendone di Piazzetta delle Erbe: “Il tendone di plastica è una forma di violenza. E’ inutile, poiché le stesse attività svolte all’interno di quell’obbrobrio, possono essere collocate altrove, in luoghi belli. Se entro domani non verranno tolti albero e tendone, io mi dimetto. In altre città avrei detto: “non mi piacciono”, ma nella città in cui io sono assessore, non li tollero”.

Molti sono gli studenti di Urbino che stanno in queste ore sostenendo la battaglia di Vittorio Sgarbi anche con messaggi sulla sua pagina ufficiale di Facebook.

In particolare un fan ha scritto: “Vittorio, come studente Universitario Urbinate, ti sostengo a pieno. Non può il natale essere un pretesto per rendere più brutto un patrimonio dell’Unesco come Urbino”.

 

Loading...