breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Onde gravitazionali la sensazionale scoperta sarà annunciata l’11 febbraio

Onde-gravitazionali-la-sensazionale-scoperta-sarà-annunciata-l-11-febbraio

Una scoperta sensazionale potrebbe essere rivelata tra solo un giorno, il prossimo 11 febbraio. L’autorevole rivista scientifica “Nature” dovrebbe pubblicare domani uno studio rivoluzionario sulle onde gravitazionali che potrebbe essere il più importante avvenuto nell’ultimo secolo.

Fu il grande scienziato Albert Einstein, per la prima volta il secolo scorso, a nominare le onde gravitazionali. Da allora tantissimi sono stati gli studi svolti per comprendere come nascono e soprattutto per capire se esistono davvero.

Sembra che però uno studio condotto da due dei più importanti centri di ricerche scientifiche nel mondo, quello degli stati uniti d’America Ligo e quello italiano Virgo siano riusciti ad individuare le onde gravitazionali.
La conferma potrebbe arrivare l’11 febbraio quando non solo la celebre rivista “Nature” pubblicherà i risultati della ricerca ma ci sarà in contemporanea, proprio per evidenziare l’importanza della scoperta, una conferenza stampa a Washington da parte del team di ricercatori americani e a Cascina un piccolo paesino in provincia di Pisa dove si trova il centro di ricerche italiano Virgo.

Il grande Einstein definì le onde gravitazionali “delle increspature nello spazio-tempo provocate da eventi di dimensioni catastrofiche”. I ricercatori per anni hanno cercato di individuare le onde gravitazionali ma non ci sono riusciti perché hanno delle dimensioni piccolissime ed è quasi impossibile intercettarle.

Ma il team di ricercatori italoamericani sembra che sia riuscito finalmente nell’impresa. Sembra che le onde gravitazionali siano state intercettate dal centro di ricerca italiano e da quello americano in seguito ad una incredibile fusioni di due buchi neri, uno 36 volte e l’altro 29 volte più grande del Sole.

La fusione dei due giganteschi buchi neri ha determinato la creazione di uno grossissimo, grande 62 volte il Sole che ha generato una serie di onde gravitazionali che sono stata captate dai due prestigiosissimi centri studi negli Stati Uniti d’America ed in Italia.

L’individuazione delle onde gravitazionali potrebbe provocare nuove ed incredibili scoperte e rivoluzionare il modo di studiare l’astronomia e l’universo. Una simile scoperta potrebbe portare i centri di ricerca di Washington e di Cascina alla conquista dell’ambitissimo premio Nobel.