Bari & Dintorni, breaking-news, Italia

Malasanità Bari, bambino di 6 anni si frattura un gomito ma il reparto di ortopedia del Policlinico, San Paolo e Giovanni XXIII è chiuso per ferie, solo le minacce del padre scongiurano un trasferimento all’ospedale di Brindisi

Malasanità Bari, bambino di 6 anni si frattura un gomito ma il reparto di ortopedia del Policlinico, San Paolo e Giovanni XXIII è chiuso per ferie, solo le minacce del padre scongiurano un trasferimento all’ospedale di Brindisi

Un bambino di 6 anni originario di Gioia del Colle si è fratturato un braccio cadendo male da uno scivolo di un gomma park.

Il piccolo è stato trasportato d’urgenza dai suoi genitori all’Ospedale San Paolo di Bari, perché il reparto di ortopedia del plesso ospedaliero Giovanni XXIII era chiuso per ferie.

 I medici del plesso ospedaliero San Paolo, dopo accurate indagini, hanno compreso che il lancinante dolore al braccio del piccolo è determinato da una frattura al gomito.

Il bambino è stato trasferito, per le opportune cure, al Policlinico dove è in funzione la mattina solo l’ambulatorio, il reparto di ortopedia da anni chiude dal 1° al 30 agosto.

I medici del Policlinico di Bari, dopo aver sentito la disponibilità di vari plessi ospedalieri, hanno trovato un posto libero solo al Perrino di Brindisi.

Il padre del bambino ha perso la pazienza e ha minacciato i medici di denunciare il tutto alle autorità competenti: “Se non sistemate e curate subito mio figlio io chiamo polizia e carabinieri e vi denuncio tutti”.

Dopo un po’ di tempo solo il buon senso di un medico del plesso ospedaliero San Paolo ha risolto il grosso problema.

Il medico Antonio Mariani del San Paolo di Bari spiega alla Gazzetta del Mezzogiorno come è riuscito a risolvere la complicata vicenda:  “Sono arrivato in ospedale intorno all’una e mi sono rimboccato le maniche per riuscire a risolvere la questione. Alla fine abbiamo sistemato il piccolo nel nostro reparto di ortopedia nel quale era disponibile un letto in extra locazione. Ora è ricoverato in attesa di essere sottoposto ad un intervento di riduzione e sintesi per la frattura al gomito. Purtroppo il caso di oggi non è un episodio isolato perché questa è un’emergenza che si verifica da qualche anno a questa parte”.