Bari & Dintorni, breaking-news, Italia

Bari, si diffonde la psicosi di brogli elettorali per le matite cancellabili, caos e denunce in diversi seggi la nota del ministero degli Interni

9e23375b-4fd3-44e5-b19b-c96a439d7ff8

La potenza dei social si sta constatando anche in queste ultime votazioni. Tutto è partito da una denuncia fatta dalla sua seguitissima pagina Facebook dal famoso cantante Piero Pelù.

Piero Pelù ha postato il seguente messaggio: “La matita che ho usato per votare era cancellabile. Dopo aver provato su un foglio e averlo constatato ho denunciato la cosa al presidente del mio seggio. Fatelo pure voi è un vostro diritto!”.

La verità che in tutti i seggi sono state consegnate due tipi di matite, uno di colore blu l’altro di colore avana.

La matita indelebile da utilizzare per le votazioni è quella blu avente la seguente dicitura “Ministero dell’Interno Servizio Elettorale” ma alcuni seggi, ignari della differenza, hanno fatto votare gli elettori con la normalissima matita colore avana suscitando caos e contestazioni perché il segno è risultato delebile.

Una nota del Ministero degli Interni ha precisato che: “Le matite cosiddette “copiative” sono indelebili, come, tra l’altro, aveva dichiarato il produttore, Faber-Castell, al Corriere della Sera, nel 2013, e sono destinate esclusivamente al voto sulla scheda elettorale”. Le “Prefetture possono utilizzare anche le matite che sono rimaste in deposito dagli anni precedenti”.