Bari & Dintorni

Bitonto Polizia sulle tracce dell’uomo che accoltellato a morte un 25enne, perché impediva il passaggio con la sua auto in panne

Sembra che la polizia sia sulle tracce dell’uomo che oggi ha compiuto il folle gesto di accoltellare a morte un ragazzo di soli 25 anni.

A scatenare la furia ceca dell’uomo sarebbe stato un problema di viabilità. L’auto del ragazzo, in seguito ad un banale tamponamento, impediva il transito di una strada in pieno centro di Bitonto.

I due automobilisti coinvolti nell’incidente stavano discutendo sull’accaduto quando un uomo è sceso dalla sua auto ed ha iniziato a litigare con i due conducenti.

L’uomo, al culmine del litigio, ha tirato fuori un coltello e ha colpito con un fendente uno dei conducenti coinvolti nell’incidente, un ragazzo di soli 25 anni.

L’uomo, era alla guida di un’utilitaria scura, subito dopo il ferimento a morte del ragazzo, è fuggito.

Sul posto sono arrivati i soccorritori che hanno trasportato il ragazzo all’ospedale San Paolo di Bari. Il 25enne è morto dopo qualche ora di agonia.

Il giovane morto oggi si chiamava Giuseppe Muscatelli ed era di Bitonto. Il tamponamento aveva provocato alla sua auto un piccolo danno allo specchietto.

Le forze dell’ordine hanno acquisito le immagini delle telecamere circostanti la strada dove è avvenuto il ferimento a morte del ragazzo per cercare di individuare il colpevole.

Il sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio ha così commentato il tragico evento di oggi: “Credo che il limite alla barbarie sia stato eliminato insieme alla coscienza di chi non ha intenzione di riflettere, ma solo di strumentalizzare, qualsiasi dramma che sconvolge la nostra Comunità. Aspetto quanto vorranno o potranno riferire le forze dell’ordine su quanto accaduto. Intanto vogliamo chiedere rispetto per il dolore di una famiglia di una giovane vita bitontina. Ci stringiamo intorno a loro sperando di poter supportarla, per quanto possibile, in un momento così buio per tutti noi”.