breaking-news, Italia, Sport & Tecnologia

Ecoincentivi auto 2014: ultime notizie importo bonus, tipologie e requisiti modelli

Ecoincentivi-auto-2014-ultime-notizie-importo-bonus-tipologie-modelli-e-requisiti-contributo

Il 6 maggio tornano gli ecoincentivi per l’acquisto di veicoli (auto, motori e ciclomotori) a bassa immissione di anidride carbonica nell’aria.

A comunicarlo è stato, un po’ a sorpresa il Ministero dello Sviluppo Economico, che inoltre ha reso noto che la somma disponibile per gli ecoincentivi è di euro sessantatremilioni e quattrocentomila euro.

I veicoli ritenuti ecosostenibili, ritenuti dal Ministero quindi oggetto di incentivo, sono i modelli che si alimentano con energia elettrica, Gpl, metano o i mezzi a carburante ibrido.

Per usufruire dell’incentivo, che si prevede sarà utilizzato da un massimo di quindicimila vetture, le concessionarie dovranno iscriversi, prima del 6 maggio, nell’apposito registro creato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Le percentuali e i modelli incentivanti saranno i seguenti:


Per un importo incentivato di 5.000,00 euro potranno essere acquistate le autovetture, i ciclomotori e i motocicli con immissione massima di 50 grammi di CO2 al chilometro nell’aria per un totale di somma messa a disposizione del Ministero di 9.150.000 euro pari al 15% dell’intero importo sovvenzionato.

Il 35% degli incentivi messi a disposizione dal Ministero, pari a euro 22.190.000, saranno disponibili per i veicoli che immettono da 51 a 95 grammi di anidride carbonica ogni chilometro di marcia per un importo massimo di 4.000,00 euro per ogni mezzo.

Il terzo ed ultimo scaglione di veicoli eco incentivati saranno quelli che immettono per ogni chilometro percorso da 96 a 120 grammi di CO2. Saranno messi a disposizione per questi modelli, un totale di euro 31.700.000 , il 50% della somma sovvenzionata dal Ministero dello Sviluppo Economico, per un importo per ogni mezzo di massimo 3.000,00 euro.

Potranno usufruire del bonus i veicoli immatricolati dal 6 maggio in poi quindi non potranno usufruire i modelli presenti nelle varie concessionarie a chilometro “0”.

Alcuni produttori di veicoli come tutto il gruppo Fiat, vista l’esigua somma messa a disposizione dal Ministero di Sviluppo Economico, hanno deciso di incentivare tutti gli acquisti delle auto ecosostenibili fino al 31 maggio 2014.