Loading...

Sondaggi, boom della Lega al Nord supera il 48%, grande anche il risultato al Sud, dominio dei 5 Stelle nel Mezzogiorno

0
200

Il Def fa paura all’Europa ma non agli italiani. Secondo gli ultimi sondaggi diffusi e pubblicati dai maggiori giornali italiani la Lega si avvicina al Nord al 50% dei consensi e si rafforza notevolmente al Sud raggiungendo il 22%.

Il carisma di Matteo Salvini e il pugno di ferro contro gli immigrati clandestini sta producendo l’effetto desiderato dai leghisti, un consenso elevatissimo.

La Lega al Nord rispetto alle ultime elezioni al Nord –Est ha guadagnato il 19% dei consensi. Il Movimento Cinque Stelle nella stessa area ha perso quasi il 7% assestandosi al 17%.

Al Sud, invece, il partito di Luigi Di Maio raggiunge il 34% dei consensi.

Sempre nel Mezzogiorno grandissimo risultato della Lega che supera il 22% dei consensi. Secondo Luca Comodo dirigente della divisione politico –sociale Ipsos: «La Lega in qualche modo manifesta un atteggiamento più moderato , non soltanto con alcuni esponenti di governo, si pensi al sottosegretario Giorgetti, ma anche con esponenti del territorio che su temi come la manovra, i mercati, i rapporti con l’Europa, si discostano dai toni più radicali di Salvini e Di Maio». E questo spiega il sentimento — già evidenziato dal «crediamo nella Lega» del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia — dei ceti imprenditoriali e produttivi del Nord, «critici sulla manovra, perplessi di fronte ad atteggiamenti antieuropei ma che continuano a vedere nella Lega un punto di riferimento, oltre a una rete di relazioni, a livello territoriale, che il Movimento non ha».

Luca Comodo chiarisce inoltre che il successo della Lega è anche derivato da altre ragioni: “Il Movimento paga la gestione della vicenda Genova e i giudizi negativi, al Nord, sul reddito di cittadinanza». La Lega riesce invece a incassare, in termini di consenso, gli utili della quota 100, la norma sulle pensioni: un tema molto sentito al Nord, dove sono presenti in maniera rilevante carriere continuative di lungo periodo, ma non solo al Nord”.

Il dirigente Ipsos parla anche del grande risultato della Lega al Sud: «Di fatto la Lega al Sud sta cannibalizzando Forza Italia, il cui elettorato si sta spostando in misura rilevante verso il partito di Salvini».

Loading...