Bari & Dintorni

12 enne muore per avvelenamento dopo aver preso l’antidolorifico della nonna lasciato sul tavolo della cucina

Una 12enne, Kaitlin Clegg di Burnley è morta per avvelenamento per gli effetti di un antidolorifico prescritto a sua nonna.

La nonna aveva lasciato l’antidolorifico incustodito sul tavolo da cucina. La piccola, soffriva da qualche mese di appendicite e da alcuni giorni i dolori erano atroci.

La ragazzina, forse per sentirsi meglio, ha deciso di prendere l’antidolorifico della nonna, il Tramadol, un fortissimo oppiaceo, che ha avuto effetti devastanti per la sua salute tanto da portarla alla morte.

La 12enne era uscita da scuola e era andata a casa della nonna dove aveva iniziato a sentirsi male. Vedendo l’antidolorifico sul tavolo aveva deciso di prenderlo, per cercare di attutire il dolore.

Subito dopo la piccola  si è addormentata ed è morta nel sonno. Inutili i tentativi dei medici di rianimarla.

I medici hanno stabilito che la morte della piccola è avvenuta per avvelenamento.