Bari & Dintorni

Giovane madre nota che il figlio si comporta in modo strano, mette un microfono nello zaino e sente delle parole agghiaccianti e va subito a scuola…

Purtroppo capita che anche a scuola accadano episodi spiacevoli e a farne le spese sono i bambini e i ragazzi che in quel luogo, al contrario, dovrebbero essere protetti e guidati per diventare degli adulti.

A volte però non è così ed è difficile da accettare ma, quando a farne le spese è un bambino o un ragazzo con delle difficoltà, la situazione  diventa davvero inaccettabile.

Questo è accaduto anche a Camden Davis, dodicenne con problemi di autismo.

Il ragazzino stava affrontando bene le sue difficoltà e, aiutato a casa, faceva ogni giorno piccoli progressi.

Ma ad un certo punto i genitori si sono accorti che la situazione piuttosto stava regredendo se non proprio peggiorando.

Poiché le insegnanti, interpellate dalla mamma non davano spiegazioni plausibili dei problemi sempre maggior che stava incontrando il proprio figlio, per esempio stava cominciando a fare la pipi di notte a letto, ha deciso di fare di testa sua.

Una mattina e poi per le mattine seguenti senza che il ragazzino se ne accorgesse la mamma ha messo un microfono nello zaino da poter così sapere cosa effettivamente accadesse in classe.

Ha scoperto che qualcosa non andava sul serio e non erano solo sue fantasie.

Le insegnanti deridevano il ragazzino mettendolo in difficoltà piuttosto che aiutandolo.

Questo è accaduto nella scuola Baton Rouge, in Louisiana.

La mamma ha subito allertato la direzione scolastica che ha immediatamente licenziato le insegnanti che si erano comportate in questo modo terribile e ha porto le sue scuse alla mamma che, pur accettandole, ha preferito cambiare di scuola il suo ragazzino che finalmente ha ritrovato la serenità e continua a combattere la sua battaglia supportato da una mamma attenta e che non si arrende per amore del suo bambino .