Bari & Dintorni

Ristoratore chiede un prestito, nessuna banca glielo concede, cosa fa nel suo ristorante

Un ragazzo di 30 anni, ristoratore a cui gli affari andavano molto bene aveva bisogno di un prestito per aprire un altro ristorante.

Per questo si rivolgeva a numerosi istituti bancari i quali gli davano tutti la stessa risposta: non gli avrebbero concesso alcun prestito.

Il ristoratore, Alexandre Callet ha preso una decisione e così, fuori dal suo locale ha affisso un cartello che recitava così:  “I cani sono bene accetti. Vietato l’ingresso ai bancari a meno che non paghino una quota di ingresso di 70.000 €”.

Infatti proprio 70.000,00 euro era la cifra che aveva chiesto in banca.

IL ragazzo, non accettava l’idea che gli fosse negato un prestito con un fatturato di 300.000 euro l’anno.

La vicenda si è svolta in Francia, a Parigi.