Bari & Dintorni

Mette in valigia una bottiglia di Cognac, ma prima di prendere l’aereo ai controlli se ne accorgono, come reagisce

Una donna doveva imbarcarsi su un aereo e aveva con se una bottiglia di cognac. Poiché ai controlli le hanno spiegato che non poteva portarla tra i bagagli a mano la donna, invece che lasciare la bottiglia, di fronte agli agenti l’ha aperta e l’ha bevuta tutta di un fiato. Subito dopo è stata malissimo tanto da non riuscire più a reggersi in piedi da sola. Gli agenti che hanno assistito alla scena non credevano ai loro occhi e, appena la signora ha fatto quel gesto, l’hanno aiutata a sedersi su di una sedia a rotelle e l’hanno portata in una stanza per farla riprendere e, anche per farle diversi controlli e capire lo stato di salute fisico e mentale. Questa vicenda è accaduta nell’aeroporto internazionale di Beijing.

La polizia ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “La signora Zaho ha iniziato subito a gridare e urlare frasi incoerenti, crollando poi sul pavimento in un evidente stato confusionario”. E’ questo quanto riferito dalla polizia.

E poi ha aggiunto: “Era così ubriaca che non riusciva nemmeno a stare in piedi. Abbiamo infatti deciso di farla sedere su una sedie a rotelle e portarla in una stanza per darle la possibilità di riposare prima di fare tutti i dovuti accertamenti”.