Bari & Dintorni

Esiste un’attrazione spaventosa per pochissimi, una casa stregata dove per fare un tour devi firmare molte liberatorie

In America esiste una casa stregata che è stata anche definita una “una camera di tortura sotto mentite spoglie”.

Prima di iniziare il tour devi fornire certificati medici che attestano sia la salute fisica che quella mentale e poi inizia un tour personalizzato che fa leva proprio sulle paure individuali: ad esempio se un individuo ha paura di affogare sarà simulato il mare e la difficoltà di uscire dall’acqua alta.

E’ ben spiegato che ogni tour sarò diverso da quello dell’altro partecipante perché si basa sulle paure di ognuno che sono diverse da soggetto a soggetto e può durare anche 10 ore.

Nelle spiegazione e tra le cose da accettare è ben spiegato che : “Ogni ospite sarà sfidato mentalmente e fisicamente fino a raggiungere il tuo punto di rottura personale.”

Una ragazza che ha provato questa esperienza ha raccontato che poiché la sua paura era l’acqua per lei avevano preparato una simulazione che prevedeva il suo stare nell’acqua e lei diceva: “Morirò qui …Annegherò.’ I miei capelli si stanno avvolgendo intorno al mio collo e inizio ad impazzire. Sto dicendo loro che non riesco a respirare e stanno solo ridendo e facendolo di più. “

Questa attrazione si chiama Manor, e il proprietario, Russ McKamey, ha investito circa 1 milione di dollari per crearla.

Entrare in questa attrazione non costa nulla e se si riesce a finire tutto il percorso si vincono $ 20.000 ma fino ad ora nessuno ce l’ha fatta.

Il tour al McKarney Manor che si trova a Summertown, nel Tennessee può finire anche 70 miglia più in là, a Huntsville, in Alabama.

Per poter accedere serve il certificato medico, avere un’assicurazione, superare un test antidroga e firmare un documento di circa 40 pagine dove sono elencati dettagliatamente tutti i rischi.

Per poter partecipare bisogna avere minimo 21 anni.

In tanti si sono mossi per chiedere la chiusura di questo posto ritenuto molto pericoloso, infatti ci sono persone che sono svenute tante volte durate il tour e altre a cui sono stati somministrati anche allucinogeni.

Pare che lì dentro avvengano anche violenze tanto che qualcuno ha raccontato così: “È letteralmente solo una casa di rapimento e tortura … Alcune persone hanno dovuto cercare un aiuto psichiatrico professionale e cure mediche per gravi lesioni. Propongo di chiudere immediatamente tutti i luoghi in cui ciò accade. “

Ma il proprietario si difende e dice che non c’è nulla di vero nelle accuse che gli vengono mosse.

E aggiunge: “Devo mettere il mio telefono su” Non disturbare “perché il mio telefono squilla solo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 con persone che cercano di fare il tour… per ora in attesa ci sono ben oltre 27.000.”