Domenica In, la toccante intervista di Barbara d’Urso alla mamma di Nadia Toffa, la madre “Nadia è qui, è sempre qui”

0
1032

Un’intervista davvero toccante quella fatta da Barbara d’Urso a Margherita Rebuffoni madre di Nadia Toffa.

La madre della famosa giornalista bresciana ha voluto parlare di sua figlia e del grande vuoto che ha lasciato.

Spesso, durante l’intervista Barbara d’Urso è apparsa molto commossa soprattutto quando insieme alla madre di Nadia si sono ripercorsi gli ultimi anni di vita della conduttrice de Le Iene.

Si è partiti dal 2 dicembre 2017 giorno in cui un malore improvviso a Trieste ha rilevato alla giornalista che il male si era fatto vivo.

Nadia aveva scoperto di avere un tumore al cervello, il più difficile da combattere e da debellare. Nadia non ha mai cessato di combattere così ha voluto annunciare in diretta che stava lottando contro un male oscuro ma che avrebbe lottato con unghie e con i denti.

La madre ha raccontato che nell’ultimo periodo di vita della figlia le è stata vicina giorno e notte: “Sono stata con lei giorno e notte, da quando si è ammalata a quando se n’è andata. Avevo paura ad andarmene, anche solo uscire per fare la spesa. E lei voleva solo me” .

Margherita ha ripercorso le ultime ore di vita della sua piccola Nadia: “È lei che mi ha accompagnato, per un anno e mezzo. E l’ultimo giorno l’ho vista più pallida e soporosa, ho capito che se ne stava andando. Le ho detto: ‘Vola tesoro mio’, gliel’ho sussurrato e lei se n’è andata. Ma lei è qui, è sempre qui”.

Nadia ha sempre continuato a lavorare e a vivere nonostante il tumore al cervello non le desse tregua: “Di notte scriveva, io dormivo con lei e mi svegliava la luce del cellulare. Di giorno dipingeva, cantava, era piena di energia. Dopo la sua morte ho scoperto più di 400 brani scritti da lei”.

I suoi brani e i suoi racconti sono stati raccolti in un libro intitolato “Non fate i bravi” uscito il 7 novembre scorso.

Il ricavato dalla vendita del libro andrà alla Fondazione Nadia Toffa che cercherà di portare avanti le battaglie da sempre portate avanti dalla giornalista bresciana per gli abitanti di Taranto e della Terra dei Fuochi.

Abitanti di Taranto costretti a vivere con quel mostro chiamato Ilva.