Italia

Bimba ha una rarissima malattia rischia di diventare rigida come una statua umana

La povera Millie soffre di una malattia rarissima che colpisce una persona ogni 2 milioni il cui acronimo è FOP che sta ad indicare la Fibrodisplasia Ossificante Progressiva, diagnosticata solitamente entro i primi dieci anni di vita. La bambina corre il serio pericolo di diventare rigida come una statua dato che il volume delle ossa aumenta a dismisura sino ad impedirle i movimenti con il progressivo indebolimento dei muscoli. E’ come se il corpo generasse delle ossa in più, quasi un secondo scheletro e questo è un processo solitamente doloroso. Attualmente Millie, ancora piccola, è ignara di ciò che la progressione della malattia inevitabilmente porterà e gioca spensieratamente senza pensare alle conseguenze di una banale caduta che su di lei potrebbe accelerare il decorso della malattia. Purtroppo, come molte altre malattie rare, anche la Fop ha in comune con esse: ritardi ed errori nella diagnosi, poiché non facilmente identificabile, scarsità di informazioni scientifiche ed una mancanza di competenze e conoscenze da parte dei professionisti in ambito medico e sanitario. La speranza resta sempre la ricerca, affinchè si possa giungere ad un’adeguata terapia farmacologica, sia per la cura dei sintomi che per la cura della stessa malattia.