Durante il battesimo il bambino piccolissimo piange, il prete lo prende a schiaffi

0
627

Una vicenda bruttissima quella che ha visto come protagonista un prete che, durante il battesimo di un bambino piccolissimo, lo ha preso a schiaffi perché i bambino non smetteva di piangere.

I genitori sconvolti hanno denunciato l’accaduto e il prete ha detto così: «Era qualcosa  tra una carezza e uno schiaffo, speravo di calmarlo, non sapevo cosa fare. Il bambino stava urlando molto e ho dovuto girare la testa per versarci dell’acqua. Gli ho detto di ‘calmati, calmati’ ma non si stava calmando. Ho cercato di tenerlo vicino. Volevo solo che si calmasse. Mi sono scusato per la mia goffaggine nei confronti della famiglia. Sto finendo il mio ministero ora, è stato il mio ultimo battesimo, c’è una fine a tutto».

Il video è diventato virale e la diocesi di Meaux ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Dal 21 giugno, un video circola sulla stampa e sui social network in cui possiamo vedere un prete (89 anni), celebrare il battesimo di un bambino a Seine-et-Marne. Questo breve video è un estratto della celebrazione durante la quale il bambino piange molto. Il prete anziano perde la calma e schiaffeggia il bambino. Consapevole di questo gesto inappropriato, il sacerdote si è scusato con la famiglia alla fine del battesimo.

Questa perdita di freddezza può essere spiegata dalla stanchezza di questo anziano prete, ma questo non lo scusa.

Questo venerdì, questo video è stato visto più di cinque milioni di volte (sui social network e sul canale web di YouTube) ed è stato rilevato da media francesi e internazionali. Fino ad oggi, suscita indignazione e rabbia.

Venerdì 22 giugno, mons. Nahmias, vescovo di Meaux, ha preso misure provvisorie per assicurare che il sacerdote fosse sospeso da tutte le celebrazioni del battesimo e del matrimonio. Queste misure gli impongono anche di non intervenire sulla Collegiata di Champeaux e di celebrare le messe solo su esplicita richiesta del parroco.

Confidiamo al Signore la famiglia dei battezzati e il nostro fratello Jacques Lacroix”.