Italia

Giorgia Meloni “Approfittare che un agente della scorta sia positivo al Coronavirus per attaccare Salvini è mediocre e disgustoso, L’Italia non merita questo schifo”

Un agente della scorta di Matteo Salvini è risultato essere positivo al Coronavirus. A renderlo noto è stato lo stesso staff del leader della Lega.

Matteo Salvini non è stato sottoposto al test perché non è entrato in contatto con l’agente. I colleghi della scorta del suo turno sono ora in isolamento.

Il leader della Lega ha detto di essere a disposizione delle Autorità Sanitarie. La notizia si è diffusa in pochissimi minuti e sono stati numerosi gli attacchi anche privi di senso che sono arrivati all’ex Ministro degli Interni.

Giorgia Meloni ha voluto esprimere tutta la sua indignazione per la speculazione politica che si sta facendo sull’agente della scorta di Salvini risultato positivo al coronavirus.

La leader di Fratelli d’Italia ha sintetizzato il suo pensiero con il seguente post sui social: “Un uomo della scorta di Salvini è risultato positivo al #coronavirus. Invece di esprimere solidarietà all’agente, diversi esponenti del M5S ne hanno approfittato per attaccare Salvini. Usare il contagio di un agente di Polizia per attaccare un avversario politico è disgustoso”.

Giorgia Meloni ha anche aggiunto: “Penso sia ancora più disgustoso se a farlo sono viceministri, sottosegretari e parlamentari. Risparmiateci la vostra mediocrità, il bisogno di apparire, l’odio contagioso di cui siete portatori. Almeno in questi giorni. L’Italia non merita questo schifo”