Maneskin, il gruppo nella bufera e Gabriele Muccino e zittisce tutti

Gabriele Muccino, il noto regista di grande caratura a livello internazionale ha voluto difendere i Maneskin dalle critiche mosse da diversi utenti sui social.

I Maneskin sono uno dei gruppi più amati degli ultimi tempi e lo testimonia il fatto che abbiano vinto il festival di Sanremo lo scorso anno ed anche l’ Eurovision song contest. Lo scorso 9 luglio nel gruppo ha incantato oltre a 70000 persone al Circo Massimo in occasione del loro concerto che ovviamente è stato un grande successo. Il pubblico pare che sia andato in delirio e tutti pare che abbiano cantato a squarciagola i più grandi successi dei Maneskin.

Grande successo dei Maneskin al Circo Massimo

Ad ogni modo, nonostante la stragrande maggioranza delle persone abbia soltanto apprezzato la musica e la performance dei Maneskin non è mancato chi ha mosso delle critiche. Nello specifico pare che ci sia stato qualcuno che abbia tentato in qualche modo di sminuire il talento di questi grandi artisti. Su questa vicenda è intervenuto uno dei registi più importanti non soltanto del nostro paese ma a livello mondiale, ovvero Gabriele Muccino. Il noto regista sembra che abbia voluto parlare e sia intervenuto per difendere i Maneskin. Sembra che il regista ne abbia esaltato la bravura e l’eccezionalità anche in termini di performance, ma i suoi giudizi non sono piaciuti proprio a tutti quanti.

Gabriele Muccino esalta la bravura del gruppo e lo fa sui social

“This is Måneskin. Il resto lo avete già capito. Se non l’avete ancora capito, lo capirete. Vent’anni e tutta la vita da prendere a morsi. Torni a casa ripensando ai tuoi, di vent’anni. E a quanto questi quattro ragazzi siano bravi, puri, speciali, senza pelle e le spalle già così forti. Grande spettacolo, grandi loro”. Queste sostanzialmente le parole dichiarate da Gabriele Muccino su Instagram parole che però non sono proprio state condivise da tutti. Qualcuno effettivamente sembra aver espresso la propria opinione contraria proprio a quella di Gabriele Muccini.

Scambio di battute al veleno tra il regista e diversi utenti social

Dopo aver letto alcuni commenti secondo lui fuori luogo, il regista sarebbe intervenuto per cercare di mettere in riga questi utenti. “Immenso Era Morrison, Jim. Abbiamo la memoria corta”, questo quanto scritto da un utente Social a cui Muccino ovviamente non ha tardato a rispondere. “Abbiamo che ce rode tanto quando abbiamo davanti il talento di altri per noi inarrivabile. Diamogli un nome”, ha risposto il regista. Ed ancora un altro utente avrebbe scritto “Se penso ai miei vent’anni, penso ai poster dei Beatles e dei Led Zeppelin… E naturalmente penso che oggi, ti danno qualcosa di analcolico e la chiamano birra”. A quel punto Muccino avrebbe risposto con ironia “E se penso all’antica Roma penso che usavano la lira per suonare e poi arrivò l’arpa. Pensa! Le cose mutano“. Qualcun altro avrebbe però continuato a criticare i Maneskin, scrivendo a Muccino “Ne riparliamo tra dieci anni”. Anche in questo caso però il regista avrebbe detto“ Sarai lì ad aspettarli al varco? Fatti una vita. C’è gente che disse lo stesso di me nel 2001. Consiglio spassionato!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *