breaking-news, Gossip & Spettacolo, Italia

Gianluca Grignani rischia il carcere ma poi patteggia un anno con pena sospesa

Gianluca-Grignani-rischia-il-carcere-ma-poi-patteggia-un-anno-con-pena-sospesa

Il 12 luglio scorso Gianluca Grignani fu autore di uno spiacevolissimo episodio.

Il cantante milanese che ha da poco compiuto 42 anni di età ed è famoso per alcune bellissimi canzoni come “La Mia Storia Tra Le Dita”e “Destinazione Paradiso” lascia un po’ a desiderare nella vita privata per il suo carattere delle volte troppo aggressivo e per troppi eccessi.

Il 12 luglio a Rimini il cantante che era in vacanza con la moglie,la fotografa Francesca Dall’Olio e i suoi quattro piccoli figli per problemi di stress e di ansia incominciò ad andare in escandescenza tanto che il cugino che risiedeva nello stesso albergo, dove alloggiava Grignani con la sua famiglia, chiamò i carabinieri che intervennero subito sul posto.

Dopo un breve colloquio Gianluca Grignani aggredì uno dei carabinieri ferendolo ad una gamba.

In seguito il noto cantante milanese fu arrestato e dopo aver passato qualche giorno in galera uscì dopo aver pagato una cauzione.

Gianluca Grignani non è nuovo a questo genere di episodi.

Quattro anni fa il 13 agosto 2009 doveva tenere un concerto nella valle del Pollino a Viggianello in provincia di Potenza ma quel giorno arrivò nel piccolo paese lucano con più di un’ora di ritardo ed evidente stato di ebbrezza tanto da non riuscire a cantare perché non ricordava i testi delle sue canzoni.

Il cantate subito dopo l’aggressione ai carabinieri del 12 luglio scorso chiese scusa dell’accaduto con il seguente post su Facebook:  “Su tutto voglio scusarmi con i Carabinieri intervenuti sul posto, e con chi ieri sera se l’è dovuta vedere col peggio di me. Che c’è, è sempre li, da doverci fare i conti tutti i giorni. E a volte esagera.”

Per lo sconcertante episodio accaduto  a Rimini ieri si è tenuto il processo ed il cantante è stato condannato dal giudice Massimo di Patria a un anno di reclusione pena ridotta per patteggiamento e al risarcimento dei danni ai due militari di 5 mila euro per ognuno e di destinare all’arma dei carabinieri mille euro.

Ora dopo lo spavento Gianluca Grignani può dedicarsi al suo ultimo lavoro “A volte esagero” uscito solo qualche giorno fa il 9 settembre e che sta ottenendo un ottimo riscontro.