breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Stile di vita sano può evitare 4 su 5 infarti

Stile-di-vita-sano-può-evitare-4-su-5-infarti

Per prevenire l’infarto bisogna impegnarsi ad avere uno stile di vita sano.

I ricercatori svedesi della “ Karolinska Institutet” di Stoccolma hanno svolto degli studi su quali sono i rimedi da adottare per avere un cuore longevo e sano.

Secondo i medici svedesi  è essenziale, per avere un cuore sano, la riduzione del grasso all’addome, svolgere esercizio fisico, anche non dedicando tantissime ore al giorno ma è importante effettuarlo quotidianamente, alimentarsi in modo sano, eliminare i vizi del fumo e dell’alcol.

L’elenco sopra menzionato su come condurre uno stile di vita sano se seguito in tutti i suoi punti dovrebbe ridurre il rischio di infarto 4 volte su 5.

I dati che hanno potuto stabilire che gli 86% degli infarti possono essere evitati seguendo le regole indicate dagli studi dei ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma si sono basati sull’ esame del comportamento di 21 mila pazienti tutti di sesso maschile di età compresa tra i 45 e i 79 anni.

I 21 mila pazienti hanno compilato un test nel 1997 con dei test sul loro stile di vita rispondendo a domande come se avessero mai fumato, quanto alcol al giorno bevevano e se praticavano sport.

I pazienti dai ricercatori svedesi sono stati seguiti per 22 anni fino al 2009 e si trattava di uomini che non avevano mai avuto patologie come cancro,pressione alta o infarto.

Nel corso dei 22 anni sono stati 1.361 i pazienti colpiti da infarto.

Se potuto constatare che nella maggior parte dei casi nella percentuale di quattro uomini su cinque le persone colpite da infarto avevano condotto nel corso degli anni uno stile di vita non corretto.

I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista “ Journal of the American College of Cardiology” .

Riuscendo ad avere uno stile di vita sano evitando gli  eccessi come cibarsi di alimenti con troppi grassi, fumare o bere troppo alcol potrebbe non solo prevenire il tanto temuto infarto ma anche l’ictus.

Agneta Akesson direttore del team di ricerca svedese ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sullo studio svolto: “È importante notare che si tratta di comportamenti e stili di vita modificabili  e il passaggio da alto rischio di comportamenti a basso rischio possono avere un grande impatto sulla salute cardiovascolare. La cosa migliore da fare è adottare queste abitudini sani nei primi anni di vita”.

E’ importantissimo quindi l’esercizio fisico, camminare o pedalare 40 minuti al giorno, svolgere esercizi fisici e soprattutto mangiare sano con diete dove abbondano pesce, frutta e verdura che contengono meno grassi e riducono i rischi cardiovascolari.

I medici svedesi ritengono che molti cambiando radicalmente il proprio stile di vita eliminando vizi ed eccessi nel cibo e conducendo una vita all’insegna dello sport ove possibile o cercando anche di farsi una lunga e salutare camminata durante il giorno lasciando a casa l’auto e preferendo raggiungere un posto a piedi diminuirebbero sensibilmente la possibilità di insorgenza di patologie quali infarto, diabete, problemi cardiovascolari e possibili ictus.