Tragedia in Puglia, chiama l’ascensore, si apre la porta e cade nel vuoto, muore a 25 anni Clenia Ditano

Clelia Ditano, 25 anni, è morta a Fasano, provincia di Brindisi, dopo essere caduta in un vano ascensore in una palazzina di via Piave.

L’incidente mortale e il recupero del corpo

Una tragedia ha colpito la città di Fasano, in provincia di Brindisi, dove una giovane di 25 anni, Clelia Ditano, ha perso la vita dopo essere caduta nel vano ascensore di una palazzina situata in via Piave. Secondo le prime ricostruzioni, la vittima si trovava al quarto piano dell’edificio e avrebbe richiesto l’ascensore. Tuttavia, dopo aver aperto la porta, è caduta nel vuoto poiché la cabina non era risalita. L’episodio ha scosso profondamente la comunità locale. Sul posto sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco per recuperare il corpo della giovane. Il recupero è stato delicato e complesso, viste le circostanze tragiche dell’incidente.

Le indagini dei carabinieri

Sul luogo dell’incidente sono giunti anche i carabinieri della compagnia di Fasano, che hanno avviato i rilievi per ricostruire la dinamica dell’accaduto. La palazzina in cui si è verificata la tragedia è di proprietà di Arca Nord Salento, l’agenzia regionale per la casa e l’abitare. Le prime ipotesi suggeriscono un malfunzionamento dell’ascensore, ma le indagini sono ancora in corso per accertare le responsabilità e le cause esatte dell’incidente. Gli investigatori stanno esaminando il sistema di sicurezza dell’ascensore e verificando se siano stati rispettati tutti gli standard di manutenzione e sicurezza previsti dalla normativa vigente.

Il dolore della comunità e la memoria di Clelia Ditano

La morte di Clelia Ditano ha lasciato un vuoto incolmabile nella sua famiglia e nella comunità di Fasano. La giovane era molto conosciuta e benvoluta, e la notizia della sua tragica scomparsa ha suscitato un’ondata di commozione e solidarietà. Amici e conoscenti si sono stretti attorno alla famiglia Ditano in questo momento di grande dolore. Molti hanno espresso il loro cordoglio attraverso i social media, ricordando Clelia come una persona solare e generosa. La comunità si è unita in un abbraccio virtuale, offrendo sostegno e conforto alla famiglia colpita da questa immane tragedia.