Mario Sedda, Roberto Daga e Giovanni Melis, chi erano i tre ragazzi che hanno perso la vita durante la gita in moto

Tragico incidente sulla Provinciale 11 a Paulilatino: Mario Sedda, Roberto Daga e Giovanni Melis deceduti dopo una gita in moto.

Le vittime dell’incidente

Mario Sedda di 31 anni, Roberto Daga di 27 anni e Giovanni Melis di 30 anni sono le tre vittime dell’incidente stradale avvenuto sabato in Sardegna, sulla Provinciale 11 nel comune di Paulilatino, provincia di Oristano. I tre amici, accomunati dalla passione per le moto, stavano rientrando da una gita quando si è verificato il tragico scontro. L’incidente ha coinvolto quattro motociclette e un’auto, provocando anche un vasto incendio che ha richiesto l’intervento di tre Canadair per essere domato.

Dinamica dell’incidente

Lo schianto, avvenuto tra la tarda mattinata e il primo pomeriggio di sabato 6 luglio, ha trasformato un momento di svago in una tragedia. Secondo le prime ricostruzioni, una delle moto si è scontrata frontalmente con una Mercedes che procedeva nel senso opposto di marcia, innescando una carambola mortale che ha coinvolto le altre moto del gruppo. L’impatto, avvenuto intorno alle 13:30, è stato particolarmente violento a causa di uno dei dossi che caratterizzano quel tratto di strada, molto frequentato dai motociclisti durante i weekend. Il contatto tra la moto e l’auto ha generato uno scenario infernale, con detriti sparsi ovunque e un vasto incendio lungo la campagna circostante.

Interventi di soccorso e conseguenze

Oltre ai tre motociclisti deceduti, nello schianto sono rimasti feriti un altro motociclista del gruppo e il conducente dell’auto, entrambi residenti a Paulilatino. La scena che si è presentata ai primi soccorritori è stata drammatica, con corpi sull’asfalto e fiamme alimentate dalla benzina fuoriuscita dai mezzi distrutti. L’incendio ha richiesto l’intervento massiccio dei vigili del fuoco e del Corpo forestale, con l’ausilio di tre Canadair, due Superpuma e un elicottero, oltre alle squadre a terra, per essere domato.