Marino Bartoletti: “Dopo il commento di Adani ho preferito cambiare canale”

Marino Bartoletti ha cambiato canale dopo aver sentito un commento di Lele Adani durante Spagna-Francia, scegliendo Sky per seguire la partita.

Durante la semifinale degli Europei tra Spagna e Francia, il noto giornalista Marino Bartoletti ha deciso di seguire la partita su Rai Uno, attratto dalla competenza e dalla gentilezza del telecronista Stefano Bizzotto. Tuttavia, una frase del commentatore tecnico Lele Adani lo ha spinto a cambiare canale. Bartoletti ha espresso il suo disappunto su Instagram, dichiarando: “Stasera avevo scelto di vedere la partita sulla Rai perché stimo moltissimo Stefano Bizzotto, competente, gentile e rassicurante. Ma quando ho sentito il suo commentatore tecnico – re delle certezze – affermare che Rodri e Griezmann avrebbero ‘calpestato le stesse zolle’ ho capito che era arrivato il momento di passare su Sky”.

 

Il commento di Adani e la reazione di Bartoletti

La frase di Adani su Rodri e Griezmann ha colpito negativamente Bartoletti, che ha deciso di abbandonare la telecronaca della Rai per sintonizzarsi sui canali Sky. Questo episodio non è isolato: già durante i Mondiali in Qatar nel 2022, Bartoletti aveva criticato le analisi tecniche di Adani durante le partite dell’Argentina. Anche in quel caso, il giornalista aveva espresso la sua preferenza per una telecronaca in cui il commentatore tecnico non si sentisse più importante del telecronista principale.

Critiche passate e supporto da parte di Mancini

In un’intervista all’Adnkronos, Bartoletti aveva spiegato la sua visione del ruolo del commentatore tecnico: “In linea di massima non dovrebbe mai sentirsi più importante del telecronista. Il discorso è di complementarietà, ma in questo discorso di complementarietà c’è una prima voce e una seconda voce”. Bartoletti ha sottolineato che Adani dovrebbe ricordarsi il contesto in cui opera, pur mantenendo la sua personalità. Curiosamente, il post di Bartoletti ha ricevuto un like da Roberto Mancini, ex CT dell’Italia, che in passato aveva chiesto ad Adani di entrare nel suo staff.