Terremoto vicino una miniera di carbone in Polonia, oltre 60 minatori intrappolati: almeno 40 dispersi

Terremoto nella miniera di Rydultowy: decine di dispersi

La scossa e i primi soccorsi

Un terremoto di magnitudo 3,1 ha scosso la miniera di carbone polacca di Rydultowy questa mattina, causando il crollo di parte della struttura a circa 1.200 metri di profondità. L’incidente è avvenuto intorno alle 8 del mattino, quando 68 minatori si trovavano nell’area colpita. I soccorritori sono riusciti a trarre in salvo 15 persone, mentre altre 10 sono state ricoverate in ospedale.

La situazione attuale e le operazioni di soccorso

Alle 11 di questa mattina, ancora 53 operai risultavano bloccati sottoterra, numero che è sceso a 40 nel corso delle operazioni di salvataggio. I soccorritori stanno lavorando incessantemente per portare in salvo tutti i minatori coinvolti. Tuttavia, le operazioni sono complicate dalle scosse di assestamento, che rendono le comunicazioni con i dispersi molto difficili. Attualmente, non si hanno notizie di persone decedute, secondo una portavoce della polizia nella regione della Slesia. Tra i 40 operai ancora intrappolati, 12 risultano completamente isolati e i soccorritori non riescono a stabilire alcun contatto con loro. Le comunicazioni con gli altri dispersi sono sporadiche e problematiche.