breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Epatite C si può sradicare ma in Italia non c’è copertura economica

Epatite-C-si-può-sradicare-ma-in-Italia-non-c-è-copertura-economica

Il ministro della salute, Beatrice Lorenzin, ha spiegato che il farmaco per sradicare una volta per sempre  l’Epatite C In Italia esiste ma non vi sono le necessarie coperture economiche per farlo.

Una situazione incredibile che ha provocato le vibranti proteste dei pazienti che sono stati colpiti dall’Epatite C.

I malati di Epatite C sono pronti a dar vita, se nei prossimi giorni non ci sarà una risposta esaustiva del governo, ad una manifestazione di protesta a Roma nel piazzale antistante il ministero dell’Economia.

La titolare del dicastero della salute ha confermato che la malattia può essere estirpata, grazie al farmaco “Sofosbuvir”, prodotto dalla Gilead, nota casa farmaceutica americana.


Il ministro Beatrice Lorenzin ha anche detto che il farmaco potrà essere somministrato solo a 5 mila pazienti.

I  nominativi dei pazienti ai quali sarà possibile somministrare il“Sofosbuvir” saranno resi noti mediante una graduatoria pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale.

La graduatoria, ha spiegato il ministro, sarà stilata secondo lo stato di gravità della malattia.

Il ministro ha anche detto che il farmaco “Sofosbuvir “ potrebbe essere utilizzato anche per la cura di tutti i pazienti ai quali è stata riscontrata l’Epatite C ma ci vorrebbero 600 milioni di euro che il governo italiano, al momento, non ha disponibili.

In Italia, secondo le stimme divulgate dal ministero della salute, sono 400 mila i pazienti ai quali è stata riscontrata l’Epatite C.

La titolare del dicastero ha anche detto che per cercare di risolvere, quanto prima, la delicata questione chiederà l’intervento economico dell’Unione Europea.