breaking-news, Italia

Usa, bimbo nato prematuramente muore mentre il padre canta ninna nanna

Usa-bimbo-nato-prematuramente-muore-mentre-il-padre-canta-ninna-nanna

La storia triste di un uomo rimasto solo, in seguito alla scomparsa della  moglie e, dopo poco giorni, anche del piccolo figlio, sta commuovendo il mondo.

Chris Picco resterà nella storia per la sua ninna nanna cantata al piccolissimo figlio, nato prematuramente e morto ascoltando le note di una canzone dei Beatles.

Ashley, moglie di Chris Picco, il 26 agosto scorso aveva postato sulla sua pagina Facebook una foto che ritraeva tra lei e il marito un paia di scarpe piccolissime.

Il piccolo sarebbe dovuto nascere a febbraio 2015 ma delle complicazione impreviste hanno costretto i medici, lo scorso 8 novembre, a praticare un parto cesareo d’urgenza.


Ashley, moglie di Chris Picco, non c’è la fatta ed è morta poco prima che nascesse Lenon.

Lenon era nato 24 settimane prima del previsto e subito era stato trasferito nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale americano di “Loma Linda University Medical Center”.

Chris Picco aveva perso la donna che amava, ma ora doveva concentrare tutte le sue energie per quella piccola creatura, nata prima del dovuto, che doveva subito affrontare la battaglia più difficile della vita: quella contro la morte.

Il padre aveva scritto su Facebook che: “Ashley spesso sentiva Lennon muoversi con la musica, così ho portato la mia chitarra per un piccolo concerto. Continuate a pregare per il mio prezioso piccolo ragazzo”.

La ninna nanna al piccolo Lenon cantata sulle note di “Blackbird” dei Beatles è stata ripresa da Chris Picco e il video postato su YouTube.

Il video in pochi giorni è diventato uno dei più visti con 6 milioni di clic e tantissimi commenti.

Lenon non c’è la fatta ed è morto il 12 novembre, dopo solo quattro giorni di vita.

Il padre Chris subito dopo la morte del piccolissimo figlio ha postato la seguente frase su Facebook:  “Sua madre sarebbe stata così incredibilmente felice di prenderlo in braccio, toccarlo e cantare per lui, come ho avuto il privilegio di fare io . Non ci sono parole”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=0lNBcTkssWA[/youtube]