breaking-news, Italia

Terremoto Giappone, forte scossa distretto di Nagano, 40 feriti 7 gravi

Terremoto-Giappone-forte-scossa-distretto-di-Nagano-40-feriti-7-gravi

Alle ore 22,09 nella zona a nord ovest dell’arcipelago del Giappone è stata avvertita una fortissima scossa di terremoto di magnitudo 6.2.

L’evento sismico è avvenuto ad una profondità di chilometri 54,9 dalla crosta terrestre.

Le autorità giapponesi non hanno ritenuto di diramare l’allarme tsunami anche perché il terremoto è stato registrato sulla terra ferma.

Le notizia che arrivano dal Giappone, al momento, sono molto frammentarie; sembra che la zona più colpita sia la località sciistica di Hakuba,  vicinissima alla città di Nagano situata ad un’altezza di 2 300 metri  e molto conosciuta perché nel 1998 si svolsero i giochi olimpici invernali.

Alla stazione sciistica di Hakuba sono crollate alcune abitazioni e il terremoto ha provocato il ferimento di circa 40 persone di cui 7 in modo grave.


L’evento sismico ha colpito tutto il distretto di Nagano.

Nella  città di Nagano, che ha una popolazione di poco inferiore ai 400 mila abitanti, il terremoto si è sentito in modo particolarmente violento.

La forte scossa è stata avvertita anche a Tokio, capitale del Giappone, nonostante sia distante dell’epicentro del terremoto più di 200 chilometri.

Subito dopo il violento evento sismico gli abitanti della zona colpita dal terremoto, per paura, si sono riversati per strada.

Sono state tantissime le chiamate ai vigili del fuoco i quali hanno effettuato parecchi interventi durante la notte appena trascorsa.

Al momento non si registrano altre scosse di assestamento e le autorità Giapponesi hanno riferito che è scongiurato l’ allarme nucleare.

I tecnici della “Tokyo Electric Power Co.” hanno verificato che la forte scossa non ha provocato danni ai 7 reattori nucleari presenti nella centrale nucleare di Kashiwazaki-Kariwa situata nelle vicinanze della città di Nagano.

La protezione giapponese è stata allertata per la possibilità che avvengano nuove scosse anche della stessa potenza di quella di ieri.