breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Allergie, dal prossimo 13 dicembre i ristoratori obbligati ad indicare allergeni

Allergie-dal-prossimo-13-dicembre-i-ristoratori-sono-obbligati-ad-indicare-allergeni

La nuova normativa della comunità europea la CEE 1169/2011 prevede che i ristoranti devono rendere noto quali sono i possibili allergeni alimentari nelle pietanze preparate.

Gli allergeni alimentari sono le principali cause dell’insorgenza nell’essere umano di allergie.

La legge diventerà obbligatoria dal 13 dicembre e dovranno attenersi tutti i ristoratori che in Italia hanno un esercizio commerciale.

Lo scopo della comunità europea è di fornire al cliente finale più informazioni possibili su cosa si sta cibando e quali sono i cibi che possono determinare allergie.


La normativa è stata approvata dalla comunità europea per il numero elevatissimo di casi di pazienti colpiti allergie che nel vecchio continente sta aumentando a dismisura.

Massimo Zanon, presidente della Confcommercio di Veneto nutre qualche perplessità sulla nuova normativa e con la seguente nota ne spiega i motivi: “Non facciamo i chimici, il nostro è un mestiere artigianale. Ciò che rende celebre l’enogastronomia italiana è la ricchezza degli ingredienti locali che cambiano a ogni stagione e l’estro ai fornelli: codificare i piatti tipici, svilirli in una formula sempre uguale neanche fossero dei medicinali è mortificante”.

Il presidente della Confcommercio veneta dichiara inoltre che: “A noi sta a cuore la salute del cliente, se ne rovino uno sono io stesso rovinato, per questo devono darci la possibilità di avvertirlo a voce, come abbiamo sempre fatto”.

Favorevole invece all’approvazione della legge Giselda Colombo famosa allergologa dell’ospedale San Raffaele di Milano: “Finalmente la trasparenza a tutela della salute. Ieri, un bambino allergico all’uovo ha avuto uno choc anafilattico con ricovero d’urgenza dopo aver mangiato un hamburger preparato dalla nonna. Perché? Il macellaio aveva usato l’albume d’uovo per amalgamare la carne. Anche una frittura di pesce con olio di arachidi potrebbe causare uno choc. Non deve accadere”.