breaking-news, Italia

Roma, deceduto turista statunitense per fuga di monossido in B&B

Roma-deceduto-turista-statunitense-per-fuga-di-monossido-in-B&B

Un uomo di 76 anni, in vacanza nella capitale, è deceduto in seguito alle esalazioni di monossido di carbonio fuoriuscite da una caldaia di un bed and breakfast a Roma.

La moglie del turista statunitense è stata soccorsa quando era ancora viva nella stanza del bed and breakfast ed è trasportata dall’ambulanza del 118 al Policlinico Umberto I.

La donna versa in condizioni disperate ed è ricoverata presso il reparto di rianimazione del plesso ospedaliero romano.

Il tragico evento è avvenuto nel pomeriggio di ieri 3 dicembre in un bed and breakfast vicinissimo al centro storico della capitale.


Un guasto alla caldaia dell’impianto di riscaldamento dell’abitazione nella quale erano ospiti i due turisti americani ha determinato la fuoriuscita di monossido di carbonio che in pochissimi attimi ha invaso l’appartamento.

La coppia di turisti, lui americano di 76 anni e lei di origini canadesi di 70 anni, non è riuscita a chiedere immediatamente aiuto né ad aprire le finestre o la porta d’ingresso dell’appartamento per far cambiare l’aria intossicata dell’abitazione dal monossido di carbonio.

Sul posto sono intervenuti i medici del pronto soccorso che hanno cercato di far rinvenire l’uomo di 76 anni senza, però, purtroppo riuscirci.

I medici del 118 si sono accorti che la donna era ancora viva ed hanno disposto l’immediato trasporto presso il plesso ospedaliero più vicino.

Gli investigatori della capitale stanno indagando su cosa abbia provocato il cattivo funzionamento della caldaia dell’impianto di riscaldamento e, a supporto dell’indagini, stanno attendendo i risultati dell’autopsia disposta sul corpo del turista americano deceduto.

Gli inquirenti hanno provveduto al sequestro dell’appartamento dove è accaduto il terribile incidente.