breaking-news, Italia

Il grillino Corrao assume 11 portaborse: ”Riduco la disoccupazione”

Il-grillino-Corrao-assume-11-portaborse-Riduco-la-disoccupazione

La rivista “Oggi” ha stilato una specialissima classifica sugli europarlamentari che hanno più  collaboratori.

Al primo posto della graduatoria si è classifico Salvatore Cicu, avvocato di Palermo, eletto come europarlamentare nelle liste di Forza Italia, che ha ben 13 collaboratori.

Al secondo posto in classifica, con undici collaboratori, si è classificato l’europarlamentare del  Movimento Cinque Stelle Ignazio Corrao.

Ignazio Corrao è stato eletto nelle ultime elezioni europee tenutesi a maggio del 2014.

L’eurodeputato grillino è di Alcamo, ha solo trent’anni, è laureato in giurisprudenza e prima di intraprendere la carriera politica era un praticante di uno studio legale a Palermo.


L’europarlamentare del Movimento Cinque Stelle ha 3 collaborati a Bruxelles, città belga sede del parlamento europeo e ben otto in Sicilia.

I giovane eurodeputato ha spiegato i motivi del suo nutrito numero di consiglieri personali dicendo che con i 21 mila euro di stipendio al mese che riceve per il suo nuovo incarico da parlamentare europeo ha potuto dare lavoro a undici persone.

Un’iniziativa, di questi tempi, senza ombra di dubbio lodevole.

Ignazio Corrao dichiara che : “Se i fondi a disposizione fossero maggiori potrei assumere 4 milioni di assistenti e risolvere il problema disoccupazione”.

L’europarlamentare del movimento cinque stelle è il vicepresidente del gruppo parlamentare “Europa della Libertà e della Democrazia Diretta”.

Ignazio Corrao dice anche che: “C’è chi li spende tutti per pagarne due. Io ho scelto di fare più contratti, anche part-time”.

L’europarlamentare siciliano illustra quali sono i compiti dei suoi undici assistenti otto dei quali lavorano in Sicilia: “C’è un addetto stampa, chi si occupa di questioni tecniche, dall’ambiente all’economia. C’è tanto da fare: sono titolare di 3 commissioni e 8 delegazioni, mentre altri italiani non si vedono mai. Al posto di ammazzarne di lavoro uno, ho tanti assistenti”.

Ignazio Corrao chiarisce che per il “Restitution Day”versa mille euro al mese nelle casse del movimento cinque stelle.

Il giovanissimo europarlamentare di Alcano spiega però che: “Non teniamo più di quanto resta in tasca ai nostri colleghi a Roma, anche se non recupereremo tantissimi zeri, perché siamo di meno e vivere su più sedi comporta spese superiori. Io pago l’affitto a Bruxelles, quando sono a Strasburgo devo pagare l’albergo”.