breaking-news, Italia, Salute & Benessere

Mal di testa, meno attacchi riducendo il sale

Mal-di-testa-meno-attacchi-riducendo-il-sale

I ricercatori della “John Hopkins University” hanno appurato che alimentarsi con una dieta con poco sale permette di prevenire il fastidioso mal di testa.

Era già stato riscontrato che l’uso del sale sulle pietanze poteva determinare problemi alla pressione sanguigna.

Con la nuova scoperta degli studiosi della “John Hopkins University” si è scoperto che il sale è una delle cause dell’emicrania.

Un gran numero di italiani soffrono di emicrania.

Secondo le ultime statistiche 1 un italiano su 3 soffre di mal di testa.


I ricercatori della “John Hopkins University” hanno potuto riscontrare che alimentarsi con una dieta quasi priva di sale abbassa la pressione sanguigna consentendo all’essere umano di non soffrire dell’insopportabile mal di testa.

La ricerca, che è stata condotta da un team di ricercatori americani, ha appurato che la dieta alimentare giornaliera deve contenere l’uso di massimo 3 grammi di sale.

I ricercatori di Baltimora hanno  condotto i propri studi basandosi sull’alimentazione tipica americana.

La ricerca condotta “John Hopkins University” è stata pubblicata sulla rivista “British medical journal”.

Gli studiosi hanno condotto le proprie ricerche analizzando il comportamento di 400 pazienti.

I 400 pazienti sono stati suddivisi in due gruppi.

Il primo gruppo si è alimentato con frutta e verdura, il secondo gruppo, invece, ha seguito una alimentazione tradizionale.

A tutti i 400 pazienti sono stati somministrati 9 grammi di sale al giorno.

Con il passare dei giorni i ricercatori hanno diminuito,nell’alimentazione dei pazienti, i grammi di sale.

I ricercatori hanno potuto riscontrare che diminuendo il sale nelle pietanze dei pazienti è diminuito il numero dei soggetti che soffrivano di emicrania.