breaking-news, Italia

Roma, uffici comunali nuovi orari aperti fino alle 18.30

Roma-uffici-comunali-nuovi-orari-aperti-fino-alle-18.30

Gli uffici dell’anagrafe a Roma, presenti in tutti i 14 municipi, da ieri 7 gennaio, sono aperti dalle ore 8,00 alle 18,30.

Una rivoluzione voluta fortemente dalla giunta comunale per poter permettere al cittadino di accedere in qualsiasi ora al municipio di competenza.

I romani potranno accedere agli uffici comunali anche durante la pausa pranzo  e chiedere qualsiasi certificato, dalla carta d’identità al certificato di famiglia.

Intanto la Procura delle Repubblica di Roma sta indagando sulla vicenda che ha determinato non poche polemiche sull’assenteismo, la notte di fine anno a Roma, da parte di molti vigili urbani.

I magistrati della procura di Roma hanno iniziato ad indagare sui fatti successi a Roma per una denuncia presentata dall’associazione dei consumatori, Codacons.


Il fascicolo aperto dalla procura di Roma è contro ignoti e non è stato ipotizzato, al momento, alcun reato.

La procura di Roma è in attesa della fine del procedimento interno al corpo dei vigili urbani che ha già determinato l’invio di 30 lettere disciplinari nei confronti di altrettanti vigili.

Roberto Alesse, Presidente della Commissione di Garanzia dell’Attuazione della Legge sullo Sciopero nei Servizi Pubblici, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni sull’assenteismo di massa dei vigili urbani a Roma: “L’Autorità di garanzia per gli scioperi sta verificando con grande scrupolo quello che è successo a Roma, in collaborazione peraltro con il ministero per la Funzione Pubblica e il Comune di Roma”.

Il professor Alesse ha anche dichiarato che: “Per rispetto alla serietà dell’istruttoria da compiere non posso dire altro, se non che ovviamente vanno accertate tutte le responsabilità: dei sindacati, in ordine ad eventuali violazioni della legge e probabilmente anche in ordine al mancato esercizio di potere di vigilanza sindacale sui propri iscritti, nonché di tutti i vigili nel caso in cui essi abbiano posto in essere comportamenti sostanzialmente elusivi della legge”.